Adesso

La prima edizione del Corso di pensieri scritti è andata. È andata così bene, che vorrei fare solo quello. Quindi mano al calendario e presto altre tre date. Sì ho ritoccato lievemente i prezzi, ma a conti fatti dovevo proprio. E comunque ho detto lievemente. Se non vuoi perdere le prossime date, scrivimi il tuo nome qui.

via GIPHY

Cadono le foglie e poi arriva Natale

Dicono che sia ottobre, e per me, fino a gennaio, siamo nel bel mezzo del periodo più bello dell’anno. Dell’estate mi porto dietro i giri in bici e l’aria fra i capelli. C’è questa cosa che stare all’aria aperta mi piace proprio se poi è fredda di più, come ho scoperto che mi piace meditare (o respirare) dieci minuti al giorno con Calm, dieci minuti in cui non ci sono per nessuno. Siamo solo io e me.

La dieta

Sono ufficialmente a dieta, cosa che ovviamente uccide la mia socialità. Per almeno tre mesi non posso e non voglio sgarrare. Quindi ho deciso che m’immagino tutte le mattine senza panza e coi jeans skinny. Fatelo anche voi, di immaginarmi così dico, e non invitatemi a mangiare, bere, ma su skype o a yoga sì. Rivediamoci fra tre mesi più magri.

Gli amici sono quella cosa che mi scrivono già che sono in linea. 

 

Gira voce

Ho deciso di fare un podcast. Ci sto lavorando, ma sono confusa, se riesco a farmi strada tra le mille mila idee che ho in testa, entro fine ottobre vado on demand. Intanto ho fatto un corso di podcasting da google con Tonia Maffeo, ci si iscriveva qui. Se vuoi dirmi la tua, cioè su cosa dovrei fare un podcast, ti ascolto.

Sto lavorando anche ai nuovi testi per il mio sito che a breve cambierò. Quelli mi vengono facili, li ho scritti sui post it che mi porto appresso sul computer da un mese. Stanno lì a macinare. Se tra un po’ mi piacciono ancora li trascrivo qui.

Lèggere e leggère

Sto leggendo di Zadie Smith, Swing Time, ma vorrei leggere di più e a proposito di letture Francesco Costa ha scritto un post su qualche libro che ha comprato, i suoi consigli li ho sempre trovati utili, magari li trovi utili anche tu.

Ho un obiettivo grande (che taccio per pura scaramanzia) che sto già miseramente aggirando, ma mi son messa dei paletti sulla strada così o li prendo in faccia o vivo il senso di colpa per averli aggirati, e in entrambi i casi non è bello quindi posso scegliere di conquistarmi l’obiettivo e godermi l’effetto che fa.

Il bollettino dei dolori

Ho mentito sullo yoga, per ora sono ferma, non immobile, ma ferma. Ho le costole che mi fanno male. Hanno sostituito il ginocchio. Non vuoi sapere che mi fanno male dall’ultima volta che sono andata dall’osteopata quando hanno fatto crack. Io non te l’ho detto.

E siccome per me niente succede per caso, un giorno di questi scoprirò perché anche questa cosa ha un senso.

Intanto c’è Grey’s.

L’ho presa bene 😉 insomma.

Nel mentre comunque ho fatto due lavori da copywriter, e ho almeno due amici nuovi.

Qui puoi leggere che cosa facevo a settembre, qui invece che cosa sta facendo Mariachiara Montera ora.