Fare informazione e farla bene

Ho ascoltato la puntata dal titolo L’informazione, spiegata bene con Francesco Costa del podcast un buon giorno per morire due volte e non è una cosa che faccio spesso. Anche rileggere, rileggo di rado. Rivedere lo stesso film poi, è successo solo con La mia Africa, Colazione da Tiffany e Pretty Woman. Perché usare il tempo per fare una cosa che hai già fatto? Ma questo podcast l’ho ascoltato due volte, perché è stato come studiare.

Se volete ascoltare qualcuno dare risposte intelligenti a domande sceme, raccontare de @ilpost, di cosa vuol dire fare il giornalista e del perchè è fondamentale per tutti informarsi bene, ascoltate la mia intervista ad un enorme @francescocosta https://t.co/vkff6O6B9M— Andrea Ciraolo Podcast (@andreciraolo) 10 gennaio 2019

Quando studio ho bisogno di fissare le cose. Ho bisogno di scriverle, di prendere appunti e così ho fatto, rischiando la vita sul tapis roulant.

Di cosa parla la puntata? Di come funziona Il Post, di come informarsi, di quanto sia importante informarsi, di come farlo. Perché mi ha ispirato questa puntata? Perché dà alcune indicazioni che valgono per chiunque lavori nella comunicazione e che possono essere riassunte in una frase: come lavorare bene.

Ecco allora la lista dei consigli che mi sono appuntata se vuoi lavorare bene:

  1. Avere costanza, pubblicare con continuità aiuta a farsi conoscere e a crearsi opportunità o colpi di fortuna
  2. Non preoccuparsi troppo dell’orario di lavoro: fissare dei limiti, ma essere molto elastici su dove, come, quando
  3. Saper mettere insieme i pezzi, unire i puntini significa essere capaci di mettersi in dubbio. Mettersi in dubbio aiuta nel costruire la propria credibilità
  4. Avere una lista delle priorità, ma anche essere pronti a rivoluzionarla
  5. Saper riconoscere una bella opportunità quando la vedi a questo serve imparare a dire sì
  6. Organizzare il tuo flusso di lavoro è la prima cosa da fare
  7. Scegliere bene con chi collaborare è importante, ma ancora più importante è essere riconoscibile
  8. Non aver paura di collaborare in modo snello, da remoto, con gente lontana da te, l’importante è che ognuno abbia chiaro chi fa cosa
  9. La gente si fida di te se non dici bugie
  10. Tenere sempre bene in mente il contesto, quello dei collaboratori, quello dei clienti, il tuo. Il contesto è fondamentale per prendere le giuste decisioni, relativizza tutto
  11. Scegliere quale linguaggio usare ti identifica, non dimenticarlo e sceglilo bene
  12. Identità e coerenza sono un punto di forza, sono quello che fa di te uno duraturo
  13. Se sbagli ammettilo, chiedi scusa e vai avanti, capita
  14. Non dare la colpa a chi legge, sei tu ad averlo scritto male, trova un modo per farti capire
  15. Investi in contenuti di qualità sempre
  16. Non serve sapere che l’hai scritto tu, serve che sia riconoscibile
  17. Per avere una comunità di lettori ci vuole tempo
  18. Selezionare contenuti altrui e proporli in un’altra forma fa parte del lavoro di scrittura
  19. Non conta essere i primi, conta dirla giusta
  20. Credere e amare il proprio lavoro aiuta a farlo bene e a farlo crescere

Il punto è che possono cambiare le persone, le mode, le forme, gli strumenti, ma se hai qualcosa da dire e lo dici a modo tuo ma comprensibile per tutti stai mettendo le basi per fare informazione, hai la responsabilità di ciò che racconti, il dovere di verificarlo, il piacere di coccolare chi ti legge. Indipendentemente che tu sia un giornalista, un’azienda o un libero professionista.