La faccenda dell’età

La faccenda dell’età dipende interamente da te. Come la faccenda della felicità. Devi solo capire di cosa si tratta prima di averla.

Elaine Stritch

Non so tu, ma io lo sento un casino di essere entrata in una nuova fase della mia vita. La ragazzina in piscina a cui ho augurato buona giornata mi ha risposto “grazie, anche a lei, salve”. Lei e salve sono due tipici segnali, io davo del lei e dicevo salve a tutti quelli che mi sembravano vecchi. VECCHI.

Il problema mensile della tinta che mi fa allergia. L’aperitivo, che non basta un giorno per smaltirlo. Altri segnali.

E la menopausa. Io ne ho avuto un assaggio per via dell’endometriosi che pare ancora un tabù: giravo a gennaio in canotta, e sembrava comunque che fossi appena uscita dalla doccia. Bella la menopausa.

Così ho cominciato a chiedermi: di cosa devo preoccuparmi mentre invecchio? Quando non so qualcosa comincio da un libro: ne ho scelti due. Nel fiore degli anni di India Knight, continuo con Nora Ephron e il suo Il collo mi fa impazzire. Tormenti e beatitudini dell’essere donna.

Sono più sicura di me, più disinvolta, meno disposta ad accettare stronzate. Mi preoccupo delle cose che sono importanti per me.

Nel fiore degli anni di India Knight

Mai cosa più vera: la mia lista delle priorità è cambiata. Siccome sento di più la fatica, misuro il resto e mi regolo di conseguenza. Non ho più bisogno di inventare scuse con i miei amici (che lusso), sanno che non ce la faccio, non ho voglia, non fa per me. Ho smesso di giustificarmi.

Non mi sento più in obbligo di fingermi interessata a cose che in realtà non mi interessano, solo per sembrare intellettuale.

Nel fiore degli anni di India Knight

Qualsiasi cosa consideri sbagliata per te a trentacinque anni, la rimpiangerai a quarantacinque

Nora Ephron e il suo Il collo mi fa impazzire