Murakami: lo ami o lo odi?

Io lo amo, anzi credo inconsapevolmente di averlo preso come spirito guida della mia scrittura. Cosa farebbe Murakami al posto mio? Cosa aveva detto a proposito di quell’argomento? Devo farlo, lo dice anche Murakami. A dirla tutta il suo genere nemmeno mi piace, ma quando ho in mano un suo libro non esiste nient’altro. E finisce che le sue storie mi entrano in testa e non mi abbandonano più. È forse l’unico autore di cui mi ricordo le trame e i pensieri, io, che dimentico tutto.

A proposito di cose bellissime di cui si è fatto portavoce c’è che scrivere è come aprire una finestra e far entrare aria nuova, che poi non so più se l’ha detta proprio così, ma fa lo stesso.

L’altra è che i personaggi ti prendono per mano e sono loro a raccontarti una storia e tu semplicemente la scrivi.

Poi c’è quella che “la narrativa è come un ring di lotta libera sul quale può salire chiunque lo desideri”.

Quella che quando scrivi non devi cercare niente perché ti trova lui, il pensiero.

Prima di cercare qualcosa, come sono io?

Non avere sottomano nulla significa che si può scrivere liberamente quello che si vuole.

Il mestiere dello scrittore H. Murakami

C’è poi la faccenda della creatività che è rafforzata dall’attività fisica: anche per me l’attività fisica è una delle cose da fare nella vita, non c’è bisogno di chiedersi perché. Correre e nuotare, lo faccio per me o per Murakami?

Per finire con le sue parole sulla libertà che mi riportano al paradosso della semplicità:

La “libertà”, per come la intendo io, oggi ha perso significato ed è stata sostituita dalla “semplicità”, dalla “facilità”, dalla “comodità” e “l’essere uguale agli altri”, che sembrano essere diventati aspetti più importanti. Quello che mi spaventa più di ogni altra cosa è che oggi ci sono sempre più persone convinte di “essere libere”, quando in realtà non lo sono affatto. 

https://www.corriere.it/sette/incontri/19_settembre_27/murakami-tanti-convinti-essere-liberi-quando-realta-non-sono-3fea1d0a-dd22-11e9-9e55-749ce7111bc1.shtml